Orientiamoci

Tra terra e cielo. La mappa della città sacra di Benares del Civico Museo d’Arte Orientale di Trieste

Svevo D’Onofrio

Tra terra e cielo. La mappa della città sacra di Benares del Civico Museo d’Arte Orientale di Trieste

Piattaforma ZOOM
mercoledì 1 dicembre 2021, ore 17.30
previa iscrizione entro le ore 15.00 del giorno precedente

Il settimo incontro, tenuto da Svevo D’Onofrio(Università di Bologna) Tra terra e cielo. La mappa della città sacra di Benares del Civico Museo d’Arte Orientale di Trieste.

«Benares è più antica della storia, più antica della tradizione, più antica persino della leggenda, e appare due volte più antica di tutt’e tre messe insieme» scriveva Mark Twain nel 1896 in Seguendo l’equatore, il resoconto del suo viaggio intorno al mondo. All’incirca nello stesso anno e nella stessa città un viaggiatore triestino, il barone Rosario Currò, veniva in possesso della curiosa mappa della città santa di Benares oggi esposta al Civico Museo d’Arte Orientale. Una mappa i cui autori avrebbero probabilmente sottoscritto la celebre frase di Twain, per quanto iperbolica e venata di orientalismo.

Sebbene non si tratti di un manufatto antico, né di un pezzo unico o di particolare pregio artistico, esso esercita nondimeno un fascino singolare, e presenta un obiettivo interesse su molteplici piani: storico, documentale, religioso, rituale, simbolico, persino commerciale – piani che vi si trovano inestricabilmente fusi assieme. La conversazione intende fornire gli strumenti necessari a chi voglia imparare ad apprezzare uno dei pezzi più intriganti della collezione indiana del Museo.

Svevo D’Onofrio, dottore di ricerca in Studi Indologici, è docente di Lingua e Letteratura Sanscrita presso l’Università di Bologna. I suoi principali ambiti di ricerca sono la letteratura indo-persiana e l’interazione fra le tradizioni intellettuali indiane e islamiche nel Sudasia, con particolare riferimento alle traduzioni in persiano dei testi filosofici e religiosi sanscriti.

Ha curato volumi e pubblicato articoli e traduzioni sulla ricezione del pensiero indù nell’India islamica. Ha co-fondato il progetto Perso-Indica (www.perso-indica.net) e curato La congiunzione dei due oceani di Dara Shikoh (Adelphi, 2011). Di recente ha pubblicato Lo specchio delle creature di ‘Abd al-Rahman Chishti (Unicopli, 2021). Collabora con la casa editrice Adelphi come consulente editoriale e traduttore: sua, tra le altre, è la traduzione del volume di William Dalrymple e Anita Anand, Koh-i-Nur. La storia del diamante più famigerato del mondo (Adelphi, 2020).

Le conversazioni si svolgeranno online sulla piattaforma ZOOM il mercoledì pomeriggio.
Per dare modo a tutti gli iscritti di accedere per tempo, il collegamento si aprirà 15 minuti prima dell’orario di inizio della conversazione; gli iscritti saranno ammessi alle conversazioni fino alle ore 17.45.
Si raccomanda la puntualità al fine di avere un collegamento migliore.
Il partecipante può interrompere il collegamento in qualsiasi momento.

Orientiamoci!
Le conversazioni del Civico Museo d’Arte Orientale di Trieste.

Ciclo di conversazioni online a cura di Michela Messina e Giovanna Coen
in collaborazione con l’associazione YŪDANSHA KYŌKAI-IWAMA AIKIDŌ di Trieste (YKIAT)

Info: +39 040 3220736 (gio-dom | 10-17)
museoarteorientale@comune.trieste.it

per necessità tecniche relative alla piattaforma ZOOM:  +39 349 8884933 / michelith@yahoo.com